Trasparenza

Amministrazione Trasparente

IUC

 

ANUTEL

Titolo

sue

Fatturazione

Fatturazione Elettronica

Modulistica

modulistica

Delibere e Determine

delibere

 

Contatti mail

pec

Area riservata

area riservata

SUAP

 

suap

La Bussola

Dissesto Finanziario

DISSESTO

RSS di - ANSA.it

Galleria Fotografica

galleria

Titolo

cliclavoro

 

WebGis

 

webgis

 

Benvenuti nel sito istituzionale del

Comune di Cerisano

 

 

palazzo sersale

 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

albo pretorio

MESSAGGI DEL SINDACO

AVVISO BONUS BEBE' 2015

 BONUS BEBE' 2015

 

 

                                   

 

A V V I S O

 

 

Bonus bebè 2015 INPS

modulo domanda

requisiti

 

Il bonus bebè 2015 INPS nuovi nati e adottati a partire dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 è stato confermato. Il testo della legge e l'emendamento relativo al bonus, è stato approvato dalla Commissione Bilancio, pubblicato  in Gazzetta Ufficiale n. 83 del 10 Aprile 2015, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che rende operativo il bonus bebè.

La nuova circolare INPS n.93 dell'8 maggio 2015 ha previsto 2 novità importanti:

1) Invio domande bonus Inps da lunedì 11 maggio 2015.

2) Invio domande per i nuovi nati e adottati dal 1° gennaio 2015 al 27 aprile 2015: da lunedì 11 maggio fino alla scadenza del 27 luglio 2015. La mancata presentazione della domanda assegno a sostegno della natalità entro predetto termine, fa scattare il pagamento del contributo dalla data in cui è stata trasmessa per via telematica domanda e non dalla data di nascita del bambino o del suo ingresso nella famiglia adottiva o in affidamento preadottivo.

 

Bonus nuovi nati:

Il disegno di legge di stabilità 2015  è stato inviato nei precedenti giorni al Presidente della Repubblica che ha provveduto a firmarla, compare:

Bonus bebè 2015 per le neo mamme a partire dal 1° gennaio ed altre novità come ad esempio:

 

Requisiti neo mamme e limite reddito ISEE 2015:

Requisiti bonus bebè 2015 decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 83 del 10 aprile 2015. Alle neo mamme dal 1° gennaio 2015 spetta per ciascun figlio nato a partire da tale data un assegno annuale di 960,00 euro che verrà erogato mensilmente dall'INPS previa richiesta e quindi previa presentazione della domanda su apposito modulo INPS da parte della mamma.

Possono presentare domanda bonus bebè INPS le mamme che partoriranno uno più bimbi dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 o che adotteranno un bimbo in questo arco di tempo. Il pagamento del bonus, sarà mantenuto tale finché rimarranno invariati i requisiti di accesso al beneficio fiscale, e comunque non oltre il terzo anno del bambino.

 

 

 

 

 

 

Per quanto riguarda il requisiti reddituali neo mamme e le modalità di concessione dell'agevolazione, il testo della Legge di Stabilità 2015 firmato da Napolitano, si legge all'articolo 13 "misure per la famiglia" che al fine di incentivare la natalità in Italia e contribuire alle spese per ogni figlio nato o adottato, lo Stato riconosce un assegno annuale di 960,00 euro pagato mensilmente dall'INPS a partire dal mese di nascita o di adozione. Ciò significa che se mio figlio nasce a febbraio 2015 l'assegno parte da febbraio se invece nasce il 20 settembre 2015 il pagamento del bonus parte da settembre.

La durata del beneficio è invece fino al terzo anno di vita del bambino, sempre che la neo mamma mantenga il possesso dei requisiti, ovvero, non venga superato il limite di reddito bonus bebè che dal 2015 al 2017 è complessivamente non superiore a 25.000 euro e per i nuclei più poveri a 7.000 euro di reddito ai fini ISEE 2015. Tale soglia reddituale va considerata come somma dei redditi dei genitori e riferito all'anno solare precedente a quello della nascita del bambino beneficiario dell'assegno. Il predetto limite di reddito, non è previsto a partire dal quinto figlio in poi.

Quanto spetta alla neomamma per ogni figlio nato o adottato a partire dal 2015? L'importo del bonus bimbo INPS è di 80 euro se il reddito è inferiore ai 25.000 euro e 160 euro se il reddito non è superiore a 7.000 euro.

 

Dove, come e quando presentare domanda con modulo INPS?

Dove si presenta la domanda del bonus bebè 2015? La neo mamma per fruire dell'agevolazione di 80 euro al mese per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017, deve presentare la richiesta bonus bebè all'INPS. Presentando il modulo bonus bebè INPS per via telematica direttamente se si possiede il PIN dispositivo dell'NPS, oppure, recandosi presso Caf e Patronati, intermediari abilitati che provvederanno a compilare il modello di domanda e trasmetterlo online all'Istituto.

Come inviare il Modulo domanda bonus bebè 2015 INPS? La domanda per il riconoscimento dell'assegno a sostegno della natalità deve essere presentata all’INPS per via telematica attraverso le seguenti modalità:

Online: accedendo al sito INPS con PIN dispositivo

Per telefono chiamando il numero verde 803.164 per chi chiama da rete fissa o allo 06 164.164 per chi chiama da cellulare ma in questo caso la chiamata è a pagamento secondo il proprio tariffario.

Patronati e CAF.

Dove si scarica il modulo domanda? Per scaricare il modulo domanda bonus bebè occorre seguire il seguente percorso: -> Servizi per il cittadino -> Autenticazione con PIN -> Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito-> Assegno di natalità – Bonus bebè. Presto l'INPS al fine di agevolare e facilitare le domande online, disporrà nella sezioni moduli, il modulo fac simile.

Quando fare domanda bonus bebè 2015? Al momento le domande sono bloccate, ma il decreto attuativo sta per essere emanato. Una volta sbloccata la situazione, l'INPS provvederà ed emanare specifica circolare con le modalità per presentare la domanda che dovrà avvenire comunque entro 90 giorni dalla nascita del bambino, poiché il pagamento mensile decorre dal mese di nascita o di entrata del figlio adottivo in famiglia.

 

 

 

 

 

Se la domanda viene presentata oltre i 90 giorni, il bonus viene erogato dall'Inps a partire dalla data di presentazione del modulo e dell'accoglimento da parte dell'Istituto.

Una volta presentata la domanda bonus bebè all'INPS, l'Istituto provvede a verificare il possesso dei requisiti della neo mamma ed erogare la somma di 80 euro al mese per un totale di 960,00 euro per 3 anni dal 2015 al 2017 senza bisogno di ripresentare la domanda, fatta eccezione per la consegna dell'ISEE annuale. Si ricorda che l'assegno non è cumulativo ai fini IRPEF. 

 Chi ha diritto al bonus Inps?

La domanda bonus bebè 2015 all'INPS ai fini di riconoscimento delle 80 euro mensili, ovvero, un assegno di 960,00 euro all'anno, può essere presentata dalle neo mamme o mamme adottive:

Cittadine Italiane

Cittadine di uno Stato membro dell'Unione Europea.

Cittadine Extracomunitarie munite di regolare permesso di soggiorno. 

Per le neo mamme possibilità anche di richiedere l'assegno di maternità 2015 Stato e Comune, sempre se si possiedono i requisiti per beneficiare del contributo, ovvero,

assegno a carico dello Stato per madri naturali e adottive, per padri anche adottivi lavoratori anche precari mentre quello erogato dal Comune e pagato dall'INPS per le neomamme disoccupate.

Se mio figlio nasce a dicembre ho diritto al bonus neo mamme?

No, purtroppo il Ddl di Stabilità 2015 parla chiaro, il bonus bebè spetta solo ai bambini nati a partire dal 1° gennaio 2015 e fino al 31 dicembre 2017, per cui se il bimbo nasce alle 11:59 del 31 dicembre 2014 la neo mamma non ha diritto all'agevolazione con assegno mensile ma secondo le modalità previste bonus bebè fondo nuovi nati quindi voucher baby sitter e asilo nido, stessa cosa se nasce, o entra in famiglia se adottato, il 1° gennaio 2018.

Per essere sicuri al 100%, si deve attendere il decreto ufficiale che come abbiamo detto sopra è da adottarsi entro 30 giorni dall'entrata in vigore della nuova manovra fiananziaria.

La domanda può essere presentata da uno dei genitori che siano cittadini italiani o comunitari ovvero che siano cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno Ue di lungo periodo.
    Il genitore richiedente, al momento della domanda, deve essere residente in Italia e convivente con il figlio per il quale si richiede l'assegno La domanda, fanno sapere dall'Inps, può e deve essere presentata all'Inps esclusivamente in via telematica e deve essere presentata entro 90 giorni dalla nascita del bambino o dall'ingresso in famiglia a seguito di adozione o affidamento preadottivo.
    In via transitoria, per le nascite o adozioni avvenute tra il 1° gennaio 2015 e il 27 aprile 2015, il termine di 90 giorni per la presentazione della domanda decorre dal 27 aprile. Pertanto, per questi casi utile per presentare tempestivamente la domanda di assegno, coincide con il 27 luglio 2015. Per le domande di assegno presentate invece oltre i 90 giorni - e per quelle interessate dal periodo transitorio, presentate oltre il 27 luglio 2015 - l'assegno spetta a decorrere dalla data di presentazione della domanda.

 

indietro

News del Comune di Cerisano

AVVISO BONUS BEBE' 2015

 BONUS BEBE' 2015

 

 

                                   

 

A V V I S O

 

 

Bonus bebè 2015 INPS

modulo domanda

requisiti

 

Il bonus bebè 2015 INPS nuovi nati e adottati a partire dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 è stato confermato. Il testo della legge e l'emendamento relativo al bonus, è stato approvato dalla Commissione Bilancio, pubblicato  in Gazzetta Ufficiale n. 83 del 10 Aprile 2015, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che rende operativo il bonus bebè.

La nuova circolare INPS n.93 dell'8 maggio 2015 ha previsto 2 novità importanti:

1) Invio domande bonus Inps da lunedì 11 maggio 2015.

2) Invio domande per i nuovi nati e adottati dal 1° gennaio 2015 al 27 aprile 2015: da lunedì 11 maggio fino alla scadenza del 27 luglio 2015. La mancata presentazione della domanda assegno a sostegno della natalità entro predetto termine, fa scattare il pagamento del contributo dalla data in cui è stata trasmessa per via telematica domanda e non dalla data di nascita del bambino o del suo ingresso nella famiglia adottiva o in affidamento preadottivo.

 

Bonus nuovi nati:

Il disegno di legge di stabilità 2015  è stato inviato nei precedenti giorni al Presidente della Repubblica che ha provveduto a firmarla, compare:

Bonus bebè 2015 per le neo mamme a partire dal 1° gennaio ed altre novità come ad esempio:

 

Requisiti neo mamme e limite reddito ISEE 2015:

Requisiti bonus bebè 2015 decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 83 del 10 aprile 2015. Alle neo mamme dal 1° gennaio 2015 spetta per ciascun figlio nato a partire da tale data un assegno annuale di 960,00 euro che verrà erogato mensilmente dall'INPS previa richiesta e quindi previa presentazione della domanda su apposito modulo INPS da parte della mamma.

Possono presentare domanda bonus bebè INPS le mamme che partoriranno uno più bimbi dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 o che adotteranno un bimbo in questo arco di tempo. Il pagamento del bonus, sarà mantenuto tale finché rimarranno invariati i requisiti di accesso al beneficio fiscale, e comunque non oltre il terzo anno del bambino.

 

 

 

 

 

 

Per quanto riguarda il requisiti reddituali neo mamme e le modalità di concessione dell'agevolazione, il testo della Legge di Stabilità 2015 firmato da Napolitano, si legge all'articolo 13 "misure per la famiglia" che al fine di incentivare la natalità in Italia e contribuire alle spese per ogni figlio nato o adottato, lo Stato riconosce un assegno annuale di 960,00 euro pagato mensilmente dall'INPS a partire dal mese di nascita o di adozione. Ciò significa che se mio figlio nasce a febbraio 2015 l'assegno parte da febbraio se invece nasce il 20 settembre 2015 il pagamento del bonus parte da settembre.

La durata del beneficio è invece fino al terzo anno di vita del bambino, sempre che la neo mamma mantenga il possesso dei requisiti, ovvero, non venga superato il limite di reddito bonus bebè che dal 2015 al 2017 è complessivamente non superiore a 25.000 euro e per i nuclei più poveri a 7.000 euro di reddito ai fini ISEE 2015. Tale soglia reddituale va considerata come somma dei redditi dei genitori e riferito all'anno solare precedente a quello della nascita del bambino beneficiario dell'assegno. Il predetto limite di reddito, non è previsto a partire dal quinto figlio in poi.

Quanto spetta alla neomamma per ogni figlio nato o adottato a partire dal 2015? L'importo del bonus bimbo INPS è di 80 euro se il reddito è inferiore ai 25.000 euro e 160 euro se il reddito non è superiore a 7.000 euro.

 

Dove, come e quando presentare domanda con modulo INPS?

Dove si presenta la domanda del bonus bebè 2015? La neo mamma per fruire dell'agevolazione di 80 euro al mese per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017, deve presentare la richiesta bonus bebè all'INPS. Presentando il modulo bonus bebè INPS per via telematica direttamente se si possiede il PIN dispositivo dell'NPS, oppure, recandosi presso Caf e Patronati, intermediari abilitati che provvederanno a compilare il modello di domanda e trasmetterlo online all'Istituto.

Come inviare il Modulo domanda bonus bebè 2015 INPS? La domanda per il riconoscimento dell'assegno a sostegno della natalità deve essere presentata all’INPS per via telematica attraverso le seguenti modalità:

Online: accedendo al sito INPS con PIN dispositivo

Per telefono chiamando il numero verde 803.164 per chi chiama da rete fissa o allo 06 164.164 per chi chiama da cellulare ma in questo caso la chiamata è a pagamento secondo il proprio tariffario.

Patronati e CAF.

Dove si scarica il modulo domanda? Per scaricare il modulo domanda bonus bebè occorre seguire il seguente percorso: -> Servizi per il cittadino -> Autenticazione con PIN -> Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito-> Assegno di natalità – Bonus bebè. Presto l'INPS al fine di agevolare e facilitare le domande online, disporrà nella sezioni moduli, il modulo fac simile.

Quando fare domanda bonus bebè 2015? Al momento le domande sono bloccate, ma il decreto attuativo sta per essere emanato. Una volta sbloccata la situazione, l'INPS provvederà ed emanare specifica circolare con le modalità per presentare la domanda che dovrà avvenire comunque entro 90 giorni dalla nascita del bambino, poiché il pagamento mensile decorre dal mese di nascita o di entrata del figlio adottivo in famiglia.

 

 

 

 

 

Se la domanda viene presentata oltre i 90 giorni, il bonus viene erogato dall'Inps a partire dalla data di presentazione del modulo e dell'accoglimento da parte dell'Istituto.

Una volta presentata la domanda bonus bebè all'INPS, l'Istituto provvede a verificare il possesso dei requisiti della neo mamma ed erogare la somma di 80 euro al mese per un totale di 960,00 euro per 3 anni dal 2015 al 2017 senza bisogno di ripresentare la domanda, fatta eccezione per la consegna dell'ISEE annuale. Si ricorda che l'assegno non è cumulativo ai fini IRPEF. 

 Chi ha diritto al bonus Inps?

La domanda bonus bebè 2015 all'INPS ai fini di riconoscimento delle 80 euro mensili, ovvero, un assegno di 960,00 euro all'anno, può essere presentata dalle neo mamme o mamme adottive:

Cittadine Italiane

Cittadine di uno Stato membro dell'Unione Europea.

Cittadine Extracomunitarie munite di regolare permesso di soggiorno. 

Per le neo mamme possibilità anche di richiedere l'assegno di maternità 2015 Stato e Comune, sempre se si possiedono i requisiti per beneficiare del contributo, ovvero,

assegno a carico dello Stato per madri naturali e adottive, per padri anche adottivi lavoratori anche precari mentre quello erogato dal Comune e pagato dall'INPS per le neomamme disoccupate.

Se mio figlio nasce a dicembre ho diritto al bonus neo mamme?

No, purtroppo il Ddl di Stabilità 2015 parla chiaro, il bonus bebè spetta solo ai bambini nati a partire dal 1° gennaio 2015 e fino al 31 dicembre 2017, per cui se il bimbo nasce alle 11:59 del 31 dicembre 2014 la neo mamma non ha diritto all'agevolazione con assegno mensile ma secondo le modalità previste bonus bebè fondo nuovi nati quindi voucher baby sitter e asilo nido, stessa cosa se nasce, o entra in famiglia se adottato, il 1° gennaio 2018.

Per essere sicuri al 100%, si deve attendere il decreto ufficiale che come abbiamo detto sopra è da adottarsi entro 30 giorni dall'entrata in vigore della nuova manovra fiananziaria.

La domanda può essere presentata da uno dei genitori che siano cittadini italiani o comunitari ovvero che siano cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno Ue di lungo periodo.
    Il genitore richiedente, al momento della domanda, deve essere residente in Italia e convivente con il figlio per il quale si richiede l'assegno La domanda, fanno sapere dall'Inps, può e deve essere presentata all'Inps esclusivamente in via telematica e deve essere presentata entro 90 giorni dalla nascita del bambino o dall'ingresso in famiglia a seguito di adozione o affidamento preadottivo.
    In via transitoria, per le nascite o adozioni avvenute tra il 1° gennaio 2015 e il 27 aprile 2015, il termine di 90 giorni per la presentazione della domanda decorre dal 27 aprile. Pertanto, per questi casi utile per presentare tempestivamente la domanda di assegno, coincide con il 27 luglio 2015. Per le domande di assegno presentate invece oltre i 90 giorni - e per quelle interessate dal periodo transitorio, presentate oltre il 27 luglio 2015 - l'assegno spetta a decorrere dalla data di presentazione della domanda.

 

indietro

Comune di Cerisano - Via S. Pietro 1  - 87044 Cerisano (Cs) - Tel. 0984473005/473289 - Fax 0984474746 - P.IVA 01109380780
 

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.175 secondi
Powered by Simplit CMS