Trasparenza

Amministrazione Trasparente

IUC

 

ANUTEL

Titolo

sue

Fatturazione

Fatturazione Elettronica

Modulistica

modulistica

Delibere e Determine

delibere

 

Contatti mail

pec

Area riservata

area riservata

SUAP

 

suap

La Bussola

Dissesto Finanziario

DISSESTO

RSS di - ANSA.it

Galleria Fotografica

galleria

Titolo

cliclavoro

 

WebGis

 

webgis

 

Benvenuti nel sito istituzionale del

Comune di Cerisano

 

 

palazzo sersale

 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

albo pretorio

MESSAGGI DEL SINDACO

AVVISO

 AVVISO ASSESSORE ALLE POLITICHE SOCIALI 

 

C o m u n e   d i   C e r i s a n o

(Provincia di  Cosenza)

 

ASSESSORE  ALLE POLITICHE SOCIALI

 

           

 

                                               L’Assessore alle Politiche Sociali

                                                            

                                                           A V V I S A

 

 

Che  sul Portale amministrazione  trasparente - Bandi di Gara e Contratti  del Comune di Cosenza è pubblicato

AVVISO PUBBLICO PER ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE PRIVE DEL SOSTEGNO FAMILIARE -DOPO DI NOI- L. N. 112/2016. ANNO 2016.” Data di scadenza 12/05/2018. 

 

                                                                                  L’Assessore alle Politiche Sociali

                                                                                     f.to Dott.ssa Elena GRECO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

OGGETTO: AVVISO PUBBLICO

PER ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE A FAVORE DI PERSONE CON

DISABILITÀ GRAVE PRIVE DEL SOSTEGNO FAMILIARE -DOPO DI

NOI- L. N. 112/2016. ANNO 2016.

 

Si rende noto che

La legge 22 giugno 2016, n. 112, detta le disposizioni in materia di assistenza alle persone con

disabilità grave prive del sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori o perché gli stessi non sono in grado di fornire l’adeguato sostegno genitoriale, nonché in vista del venir meno del sostegno familiare, attraverso la progressiva presa in carico della persona interessata già durante l'esistenza in vita dei genitori e istituisce il Fondo nazionale sul Dopo di NOI.

Con il decreto del 23 novembre 2016, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali:

- detta i requisiti per l’accesso alle misure di assistenza, cura e protezione a carico del Fondo

per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, di cui all’articolo 3

della legge n.112 del 2016, ed assegna alle Regioni per l’anno 2016 le risorse necessarie alla

realizzazione degli interventi;

- fissa la dotazione del Fondo: in 90 milioni di euro, per l’anno 2016; in 38,3 milioni di euro, per

l’anno 2017; in 56,1 milioni di euro a decorrere dal 2018;

- ha determinato, n e l la ripartizione alle Regioni delle risorse per l’anno 2016, lo

stanziamento 2016 di euro 3.060.000,00 in favore della Regione Calabria.

Tali risorse sono finalizzate all’assistenza delle persone con disabilità grave prive del sostegno

familiare per il finanziamento di interventi mirati per la promozione di progetti personalizzati per il

“Dopo di Noi”, nonché per la sperimentazione di soluzioni innovative per la vita indipendente per

persone con disabilità senza il necessario supporto familiare.

Con la D.G.R. 296 del 30/06/2017, la Regione ha approvato il Programma operativo e il relativo Piano attuativo che determina l’attuazione in Calabria della L. 112/2016 e l’impiego delle risorse del Fondo nazionale sul “Dopo di noi”.

Gli interventi che la Regione Calabria ha definito di finanziare con questo Fondo sono:

Interventi infrastrutturali:

- Sostegno per ristrutturazione, miglioramento dell’accessibilità (eliminazione barriere),

adeguamenti per la fruibilità dell’ambiente domestico (domotica ossia la gestione coordinata,

integrata e computerizzata degli impianti tecnologici), per la messa a norma degli impianti;

- Sostegno spese di locazione/spese condominiali.

Interventi gestionali:

- Sostegno accompagnamento all’autonomia

- Sostegno residenzialità (Gruppo appartamento, soluzioni di Cohousing/Housing);

- Sostegno per pronto intervento;

- Interventi Infrastrutturali.

Si specifica che i sostegni del DOPO DI NOI, di cui alla DGR n. 296/2017, sono finalizzati a sostenere le forme di residenzialità innovative previste dalla L. n. 112/2016 e declinate nella deliberazione regionale.

Con decreto N. 14607 del 19.12.2017 sono stati assegnati agli ambiti dei Comuni le risorse del

Fondo nazionale sul Dopo di noi. In particolare, le risorse assegnate all’Ambito di Cosenza sono pari a € 186.549,77.

La Regione Calabria ha demandato agli Ambiti territoriali l’attuazione del Programma operativo regionale attraverso la definizione di Linee operative e la raccolta delle istanze mediante la realizzazione di un avviso pubblico, a seguito di incontri a livello locale tramite modalità diffusa e mirata dei soggetti interessati.

 

1) Soggetti Beneficiari

I soggetti beneficiari delle risorse sono persone con disabilità grave, non determinata dal naturale

invecchiamento o da patologie connesse alla senilità in possesso dei seguenti requisiti  minimi di accesso:

certificazione di disabilità grave, riconosciuta ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge 104/92,

accertata nelle modalità indicate all’art. 4 della medesima legge;

residenza in uno dei Comuni dell'Ambito del Distretto Socio-assistenziale n. 1 di Cosenza

(Mendicino; Carolei; Cerisano; Dipignano; Domanico; Aprigliano; Casali del Manco (a seguito di

fusione dei seguenti comuni: Casole Bruzio, Pedace, Serra Pedace, Spezzano Piccolo, Trenta);

Celico; Lappano; Pietrafitta; Rovito; Spezzano della Sila; Zumpano; Ente Capo-fila Comune di

Cosenza;

età compresa tra 18 e 64 anni, con priorità a cluster specifici a seconda del tipo di sostegno definiti dalla D.G.R. N.296 del 30.6.2017, (è possibile sostenere la continuità degli interventi, anche in deroga al limite massimo di età, tenuto conto che i beneficiari sono persone con disabilità

grave non dovuta al naturale invecchiamento o a patologie connesse all’età).

Le persone benficiarie della misura devono essere p ri v e del s o s t e g no f a m il i a r e i n q u an t o:

mancanti di entrambi i genitori;

i genitori non sono in grado di fornire l’adeguato sostegno genitoriale;

si considera la prospettiva del venir meno del sostegno familiare.

I beneficiari sono persone disabili che, a prescindere dal livello di autosufficienza, presentino accertate potenzialità di autonomia e abbiano manifestato in maniera autonoma diretta, e non sostituibile dalla espressione di altri componenti del nucleo familiare, la volontà di realizzare un personale progetto di vita indipendente orientato al percorso dell’abitare in autonomia e di emancipazione dal nucleo familiare di origine.

Per le persone con disabilità intellettiva e del neuro sviluppo deve essere garantito il sostegno necessario mediante strategie utili alla comprensione delle misure proposte per l’assunzione della decisione di realizzare un progetto di vita autonoma e con il sostegno dei genitori ovvero familiari o di chi ne tutela gli interessi.

Non devono beneficiare delle misure dalla sperimentazione del modello di intervento in materia di vita indipendente e inclusione delle persone con disabilità realizzata dagli ATS con fondi trasferiti

alla Regione dal Ministero del Lavoro e  delle Politiche Sociali, né delle azioni previste dal Programmi regionali FNA 

 

2) Priorità di accesso

La selezione dei beneficiari sarà fatta tenendo conto di quanto stabilito dal Decreto ministeriale 23

novembre 2016 circa la maggiore urgenza e le priorità di accesso (art. 4, commi 2 e 3 e DGR 296/2017).

Rappresenta un criterio prioritario per l’identificazione dei destinatari la maggior urgenza,

determinata da:

limitazioni dell’autonomia;

grado di sostegno da parte della famiglia;

condizioni abitative e ambientali;

condizioni economiche della persona con disabilità e della sua famiglia.

In particolare i requisiti economici che il nucleo familiare deve possedere al momento della

presentazione della domanda sono:

· un ISEE in corso di validità non superiore a € 6.000,00;

· un ISRE non superiore a € 3.000,00;

· un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, non superiore a

€ 20.000,00;

· un valore del patrimonio mobiliare non superiore a € 10.000,00 (ridotto a 8.000,00 se il

nucleo familiare è composto da due persone; ridotto a 6.000,00 se composto da una sola

persona).

Si indicano, inoltre, criteri prioritari per l’accesso:

la mancanza di entrambi i genitori e l’assenza di risorse economiche reddituali e patrimoniali;

la condizione di età o disabilità dei genitori che non consentono di garantire nel futuro prossimo il sostegno alla persona disabile grave;

l’inserimento in strutture residenziali con caratteristiche molto lontane dai gruppi appartamento,

co- housing o situazioni simili alla casa familiare.

Sono promossi, inoltre, gli interventi volti al riutilizzo di patrimoni resi disponibili dai famigliari o da reti associative di famigliari di persone con disabilità grave in loro favore per le finalità di cui al Decreto Ministeriale e di questo Programma sono realizzati indipendentemente dalle priorità sopra declinate (DM art. 4, c. 4).

3) Tipologia Interventi:

Come da DGR 296/2017, dopo la presentazione delle istanze da parte degli eventuali beneficiari, la Conferenza dei Sindaci, costituita presso il comune capo ambito di Cosenza, valuterà la metodologia di lavoro sulla base delle linee operative e del protocollo di valutazione.

L’Assemblea dei Sindaci, valuterà la possibilità di sostenere in via sperimentale le tipologie di interventi previsti come di seguito indicati:

 QUADRO SINOTTICO DOPO DI NOI – PIANO OPERATIVO LOCALE

tabella 1

AREA INTERVENTO TIPOLOGIA SOSTEGNO RISORSE TOTALE AMBITO

INTERVENTI

INFRASTRUTTURALI

Totale risorse interventi INFRASTRUTTURALI

Pari al Eliminazione barriere, messa a norma impianti, adattamenti domotici Inserire somma e percentuale

Canone locazione Inserire somma e percentuale Spese condominiali

INTERVENTI

GESTIONALI

Totale risorse interventi GESTIONALI

Pari al Accompagnamento all'autonomia Inserire somma e percentuale

Gruppo appartamento con Ente gestore

Inserire Gruppo appartamento autogestito somma e percentuale

Cohousing/Housing

Pronto intervento

Le percentuali delle risorse saranno definite in base alle richieste effettive pervenute.

L’entità dei sostegni ai singoli richiedenti verrà stabilità in base alle percentuali stabilite dalla DGR

regionale, ridefinite dal Piano Operativo Locale ed a quanto indicato nel progetto individualizzato che potrà

prevedere, in forma non contestuale, con riferimento alle diverse fasi del percorso di autonomia, sia sostegni dell’accompagnamento che della residenzialità.

4) Modalità e termini per la presentazione delle istanze

Le istanze sono presentate all’Ufficio di Protocollo del Comune di residenza – da parte di Persone

con disabilità e/o dalle loro famiglie o da chi ne garantisce la protezione giuridica e nel caso degli

interventi di ristrutturazione dell’abitazione anche da Associazioni di famiglie di persone disabili,

Associazioni di persone con disabilità ed Enti del Terzo Settore.

Le istanze per l’accesso ai benefici previsti dal presente Avviso, dovranno essere redatte

utilizzando il modello allegato al presente avviso e presentate e n tr o e n on o l tr e i l 20° (ventesimo) giorno

dalla pubblicazione del presente avviso sul sito dell’ente.

5) Ammissibilità della domanda e accesso al sostegno

A seguito della presentazione della domanda verrà effettuata una valutazione multidimensionale delle persone disabili da parte dell'equipe delle ASP in raccordo con gli operatori sociali dell'Ambito

territoriale di Cosenza che valuterà l’idoneità agli interventi richiesti, secondo quanto previsto dal

Protocollo Operativo.

In caso di più richieste in riferimento al singolo beneficio verrà stilata una graduatoria che terrà conto dei parametri definitivi nel protocollo operativo.

L’accesso al beneficio è subordinato ad un progetto personale/individuale.

Il progetto:

deve essere costruito, ai sensi della D.G.R. N. 296 del 30.6.2017, sulla base degli esiti della

valutazione multidimensionale e tenere in considerazione sia le abilità e capacità residue della persona, nonché le sue aspettative/motivazioni, in tutte le dimensione del vivere quotidiano;

-  ha come obiettivo finale il consolidamento, per la persona disabile, di una vita in un contesto diverso da quello della famiglia d’origine;

deve tener conto del “continuum” temporale tra le diverse fasi che caratterizzano lo specifico ed

individuale percorso verso l’autonomia e l’indipendenza;

deve dare evidenza delle risorse necessarie (budget di progetto) per la realizzazione delle fasi sopra indicate.

Il Progetto individuale deve, inoltre, :

avere una durata temporale almeno di 2 anni;

essere rivisto alla luce delle condizioni della persona e del contesto che si sono modificate;

essere sottoscritto:

dalla persona disabile e dalla sua famiglia (se presente) o da chi eventualmente ne

garantisce la protezione giuridica;

da un rappresentante dei Servizi Sociali;

da un referente Sanitario dell'Ambito;

dal responsabile del caso individuato.

6) Motivi di esclusione

L’istanza di accesso al contributo è oggetto di esclusione se:

presentata da soggetto non ammissibile ai sensi della DGR n. 296/2017;

pervenuta in forme diverse da quelle indicate nel presente Avviso;

in fase di istruttoria, si verifica la non coerenza del progetto “Dopo di Noi” agli elementi costitutivi

previsti dalla DGR, dalle linee operative e nel presente Avviso;

il richiedente non consegni la documentazione eventualmente richiesta dall'Ambito territoriale,

dall'ASP o dalla Regione Calabria entro il termine loro indicato.

Per quanto non specificato nel presente avviso si rimanda alla normativa di riferimento;

7) Tempi di attuazione

Avvio dei progetti: entro 30 giorni dall’approvazione del progetto individuale e di valutazione

multidimensionale.

8) Controlli

L’Ufficio di Piano potrà effettuare controlli a campione circa la veridicità delle dichiarazioni rese

all’atto della presentazione della domanda ai sensi della normativa vigente. Ferma restando la

responsabilità penale in caso di dichiarazioni mendaci, qualora dai controlli effettuati emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il dichiarante decade dai benefici acquisiti.

Il Comune di Cosenza tramite l’Ufficio di Piano in collaborazione con l'ASP, provvede a verificare,

monitorare ed effettuare controlli circa lo svolgimento delle procedure e l’attuazione del

complessivo intervento anche richiedendo produzione di documenti ed effettuando verifiche in loco.

9) Informativa ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196

Si informa, ai sensi della legge n. 196/2003, che i dati acquisiti in esecuzione del presente Avviso

Pubblico verranno utilizzati esclusivamente per le finalità relative al procedimento amministrativo per il quale gli anzidetti dati sono stati raccolti. I dati verranno trattati sia con mezzi cartacei, sia con mezzi automatizzati, nel rispetto della normativa specifica e da quanto previsto dalla legge sulla privacy.

Titolare del trattamento è il Responsabile dell’Ufficio di piano di Cosenza.

Le informazioni inerenti il presente Avviso possono essere richieste agli operatori dell’ufficio di piano tramite email al seguente indirizzo : comunedicosenza.ufficiodipianosociale@superpec.eu

 

TUTTI  I SOGGETTI INTERESSATI  A  PRESENTARE DOMANDA PER  L’ ASSEGNAZIONE

DEL  FONDO DOPO DI NOI  DOVRANNO :

Presentare istanza compilando il modulo “richiesta di contributo” predisposto dall’Ufficio di Piano completa di allegati.

Si veda modulistica allegata al presente Avviso disponibile sul sito www.comune.cosenza.gov.it e sui siti istituzionali dei comuni dell'Ambito.

La domanda, datata e sottoscritta dal richiedente o dai soggetti indicati sopra al punto 4) o dal

Legale Rappresentante degli Enti/Soggetti terzo settore interessati, completa di allegati, dovrà essere inoltrata al Comune di residenza, con una delle seguenti modalità:

consegnata a mano dal/dai richiedente/i firmando in presenza del dipendente addetto a

riceverla esibendo documento di identità;

consegnata a mano, anche da terzi, con allegata copia del/dei documento/i di identità del/dei

richiedente/i e del documento già sottoscritto;

spedita insieme a copia non autenticata di un documento di identità del richiedente all’indirizzo

PEC: comunedicosenza@superpec.eu (solo da altra casella PEC non da mail certificata)

Termine di presentazione domande : entro e  non oltre i l 20° (ventesimo) giorno dalla pubblicazione del presente avviso sul sito dell’ente.

 

 

 

 

 

 

 

 

indietro

News del Comune di Cerisano

AVVISO

 AVVISO ASSESSORE ALLE POLITICHE SOCIALI 

 

C o m u n e   d i   C e r i s a n o

(Provincia di  Cosenza)

 

ASSESSORE  ALLE POLITICHE SOCIALI

 

           

 

                                               L’Assessore alle Politiche Sociali

                                                            

                                                           A V V I S A

 

 

Che  sul Portale amministrazione  trasparente - Bandi di Gara e Contratti  del Comune di Cosenza è pubblicato

AVVISO PUBBLICO PER ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE PRIVE DEL SOSTEGNO FAMILIARE -DOPO DI NOI- L. N. 112/2016. ANNO 2016.” Data di scadenza 12/05/2018. 

 

                                                                                  L’Assessore alle Politiche Sociali

                                                                                     f.to Dott.ssa Elena GRECO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

OGGETTO: AVVISO PUBBLICO

PER ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE A FAVORE DI PERSONE CON

DISABILITÀ GRAVE PRIVE DEL SOSTEGNO FAMILIARE -DOPO DI

NOI- L. N. 112/2016. ANNO 2016.

 

Si rende noto che

La legge 22 giugno 2016, n. 112, detta le disposizioni in materia di assistenza alle persone con

disabilità grave prive del sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori o perché gli stessi non sono in grado di fornire l’adeguato sostegno genitoriale, nonché in vista del venir meno del sostegno familiare, attraverso la progressiva presa in carico della persona interessata già durante l'esistenza in vita dei genitori e istituisce il Fondo nazionale sul Dopo di NOI.

Con il decreto del 23 novembre 2016, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali:

- detta i requisiti per l’accesso alle misure di assistenza, cura e protezione a carico del Fondo

per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, di cui all’articolo 3

della legge n.112 del 2016, ed assegna alle Regioni per l’anno 2016 le risorse necessarie alla

realizzazione degli interventi;

- fissa la dotazione del Fondo: in 90 milioni di euro, per l’anno 2016; in 38,3 milioni di euro, per

l’anno 2017; in 56,1 milioni di euro a decorrere dal 2018;

- ha determinato, n e l la ripartizione alle Regioni delle risorse per l’anno 2016, lo

stanziamento 2016 di euro 3.060.000,00 in favore della Regione Calabria.

Tali risorse sono finalizzate all’assistenza delle persone con disabilità grave prive del sostegno

familiare per il finanziamento di interventi mirati per la promozione di progetti personalizzati per il

“Dopo di Noi”, nonché per la sperimentazione di soluzioni innovative per la vita indipendente per

persone con disabilità senza il necessario supporto familiare.

Con la D.G.R. 296 del 30/06/2017, la Regione ha approvato il Programma operativo e il relativo Piano attuativo che determina l’attuazione in Calabria della L. 112/2016 e l’impiego delle risorse del Fondo nazionale sul “Dopo di noi”.

Gli interventi che la Regione Calabria ha definito di finanziare con questo Fondo sono:

Interventi infrastrutturali:

- Sostegno per ristrutturazione, miglioramento dell’accessibilità (eliminazione barriere),

adeguamenti per la fruibilità dell’ambiente domestico (domotica ossia la gestione coordinata,

integrata e computerizzata degli impianti tecnologici), per la messa a norma degli impianti;

- Sostegno spese di locazione/spese condominiali.

Interventi gestionali:

- Sostegno accompagnamento all’autonomia

- Sostegno residenzialità (Gruppo appartamento, soluzioni di Cohousing/Housing);

- Sostegno per pronto intervento;

- Interventi Infrastrutturali.

Si specifica che i sostegni del DOPO DI NOI, di cui alla DGR n. 296/2017, sono finalizzati a sostenere le forme di residenzialità innovative previste dalla L. n. 112/2016 e declinate nella deliberazione regionale.

Con decreto N. 14607 del 19.12.2017 sono stati assegnati agli ambiti dei Comuni le risorse del

Fondo nazionale sul Dopo di noi. In particolare, le risorse assegnate all’Ambito di Cosenza sono pari a € 186.549,77.

La Regione Calabria ha demandato agli Ambiti territoriali l’attuazione del Programma operativo regionale attraverso la definizione di Linee operative e la raccolta delle istanze mediante la realizzazione di un avviso pubblico, a seguito di incontri a livello locale tramite modalità diffusa e mirata dei soggetti interessati.

 

1) Soggetti Beneficiari

I soggetti beneficiari delle risorse sono persone con disabilità grave, non determinata dal naturale

invecchiamento o da patologie connesse alla senilità in possesso dei seguenti requisiti  minimi di accesso:

certificazione di disabilità grave, riconosciuta ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge 104/92,

accertata nelle modalità indicate all’art. 4 della medesima legge;

residenza in uno dei Comuni dell'Ambito del Distretto Socio-assistenziale n. 1 di Cosenza

(Mendicino; Carolei; Cerisano; Dipignano; Domanico; Aprigliano; Casali del Manco (a seguito di

fusione dei seguenti comuni: Casole Bruzio, Pedace, Serra Pedace, Spezzano Piccolo, Trenta);

Celico; Lappano; Pietrafitta; Rovito; Spezzano della Sila; Zumpano; Ente Capo-fila Comune di

Cosenza;

età compresa tra 18 e 64 anni, con priorità a cluster specifici a seconda del tipo di sostegno definiti dalla D.G.R. N.296 del 30.6.2017, (è possibile sostenere la continuità degli interventi, anche in deroga al limite massimo di età, tenuto conto che i beneficiari sono persone con disabilità

grave non dovuta al naturale invecchiamento o a patologie connesse all’età).

Le persone benficiarie della misura devono essere p ri v e del s o s t e g no f a m il i a r e i n q u an t o:

mancanti di entrambi i genitori;

i genitori non sono in grado di fornire l’adeguato sostegno genitoriale;

si considera la prospettiva del venir meno del sostegno familiare.

I beneficiari sono persone disabili che, a prescindere dal livello di autosufficienza, presentino accertate potenzialità di autonomia e abbiano manifestato in maniera autonoma diretta, e non sostituibile dalla espressione di altri componenti del nucleo familiare, la volontà di realizzare un personale progetto di vita indipendente orientato al percorso dell’abitare in autonomia e di emancipazione dal nucleo familiare di origine.

Per le persone con disabilità intellettiva e del neuro sviluppo deve essere garantito il sostegno necessario mediante strategie utili alla comprensione delle misure proposte per l’assunzione della decisione di realizzare un progetto di vita autonoma e con il sostegno dei genitori ovvero familiari o di chi ne tutela gli interessi.

Non devono beneficiare delle misure dalla sperimentazione del modello di intervento in materia di vita indipendente e inclusione delle persone con disabilità realizzata dagli ATS con fondi trasferiti

alla Regione dal Ministero del Lavoro e  delle Politiche Sociali, né delle azioni previste dal Programmi regionali FNA 

 

2) Priorità di accesso

La selezione dei beneficiari sarà fatta tenendo conto di quanto stabilito dal Decreto ministeriale 23

novembre 2016 circa la maggiore urgenza e le priorità di accesso (art. 4, commi 2 e 3 e DGR 296/2017).

Rappresenta un criterio prioritario per l’identificazione dei destinatari la maggior urgenza,

determinata da:

limitazioni dell’autonomia;

grado di sostegno da parte della famiglia;

condizioni abitative e ambientali;

condizioni economiche della persona con disabilità e della sua famiglia.

In particolare i requisiti economici che il nucleo familiare deve possedere al momento della

presentazione della domanda sono:

· un ISEE in corso di validità non superiore a € 6.000,00;

· un ISRE non superiore a € 3.000,00;

· un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, non superiore a

€ 20.000,00;

· un valore del patrimonio mobiliare non superiore a € 10.000,00 (ridotto a 8.000,00 se il

nucleo familiare è composto da due persone; ridotto a 6.000,00 se composto da una sola

persona).

Si indicano, inoltre, criteri prioritari per l’accesso:

la mancanza di entrambi i genitori e l’assenza di risorse economiche reddituali e patrimoniali;

la condizione di età o disabilità dei genitori che non consentono di garantire nel futuro prossimo il sostegno alla persona disabile grave;

l’inserimento in strutture residenziali con caratteristiche molto lontane dai gruppi appartamento,

co- housing o situazioni simili alla casa familiare.

Sono promossi, inoltre, gli interventi volti al riutilizzo di patrimoni resi disponibili dai famigliari o da reti associative di famigliari di persone con disabilità grave in loro favore per le finalità di cui al Decreto Ministeriale e di questo Programma sono realizzati indipendentemente dalle priorità sopra declinate (DM art. 4, c. 4).

3) Tipologia Interventi:

Come da DGR 296/2017, dopo la presentazione delle istanze da parte degli eventuali beneficiari, la Conferenza dei Sindaci, costituita presso il comune capo ambito di Cosenza, valuterà la metodologia di lavoro sulla base delle linee operative e del protocollo di valutazione.

L’Assemblea dei Sindaci, valuterà la possibilità di sostenere in via sperimentale le tipologie di interventi previsti come di seguito indicati:

 QUADRO SINOTTICO DOPO DI NOI – PIANO OPERATIVO LOCALE

tabella 1

AREA INTERVENTO TIPOLOGIA SOSTEGNO RISORSE TOTALE AMBITO

INTERVENTI

INFRASTRUTTURALI

Totale risorse interventi INFRASTRUTTURALI

Pari al Eliminazione barriere, messa a norma impianti, adattamenti domotici Inserire somma e percentuale

Canone locazione Inserire somma e percentuale Spese condominiali

INTERVENTI

GESTIONALI

Totale risorse interventi GESTIONALI

Pari al Accompagnamento all'autonomia Inserire somma e percentuale

Gruppo appartamento con Ente gestore

Inserire Gruppo appartamento autogestito somma e percentuale

Cohousing/Housing

Pronto intervento

Le percentuali delle risorse saranno definite in base alle richieste effettive pervenute.

L’entità dei sostegni ai singoli richiedenti verrà stabilità in base alle percentuali stabilite dalla DGR

regionale, ridefinite dal Piano Operativo Locale ed a quanto indicato nel progetto individualizzato che potrà

prevedere, in forma non contestuale, con riferimento alle diverse fasi del percorso di autonomia, sia sostegni dell’accompagnamento che della residenzialità.

4) Modalità e termini per la presentazione delle istanze

Le istanze sono presentate all’Ufficio di Protocollo del Comune di residenza – da parte di Persone

con disabilità e/o dalle loro famiglie o da chi ne garantisce la protezione giuridica e nel caso degli

interventi di ristrutturazione dell’abitazione anche da Associazioni di famiglie di persone disabili,

Associazioni di persone con disabilità ed Enti del Terzo Settore.

Le istanze per l’accesso ai benefici previsti dal presente Avviso, dovranno essere redatte

utilizzando il modello allegato al presente avviso e presentate e n tr o e n on o l tr e i l 20° (ventesimo) giorno

dalla pubblicazione del presente avviso sul sito dell’ente.

5) Ammissibilità della domanda e accesso al sostegno

A seguito della presentazione della domanda verrà effettuata una valutazione multidimensionale delle persone disabili da parte dell'equipe delle ASP in raccordo con gli operatori sociali dell'Ambito

territoriale di Cosenza che valuterà l’idoneità agli interventi richiesti, secondo quanto previsto dal

Protocollo Operativo.

In caso di più richieste in riferimento al singolo beneficio verrà stilata una graduatoria che terrà conto dei parametri definitivi nel protocollo operativo.

L’accesso al beneficio è subordinato ad un progetto personale/individuale.

Il progetto:

deve essere costruito, ai sensi della D.G.R. N. 296 del 30.6.2017, sulla base degli esiti della

valutazione multidimensionale e tenere in considerazione sia le abilità e capacità residue della persona, nonché le sue aspettative/motivazioni, in tutte le dimensione del vivere quotidiano;

-  ha come obiettivo finale il consolidamento, per la persona disabile, di una vita in un contesto diverso da quello della famiglia d’origine;

deve tener conto del “continuum” temporale tra le diverse fasi che caratterizzano lo specifico ed

individuale percorso verso l’autonomia e l’indipendenza;

deve dare evidenza delle risorse necessarie (budget di progetto) per la realizzazione delle fasi sopra indicate.

Il Progetto individuale deve, inoltre, :

avere una durata temporale almeno di 2 anni;

essere rivisto alla luce delle condizioni della persona e del contesto che si sono modificate;

essere sottoscritto:

dalla persona disabile e dalla sua famiglia (se presente) o da chi eventualmente ne

garantisce la protezione giuridica;

da un rappresentante dei Servizi Sociali;

da un referente Sanitario dell'Ambito;

dal responsabile del caso individuato.

6) Motivi di esclusione

L’istanza di accesso al contributo è oggetto di esclusione se:

presentata da soggetto non ammissibile ai sensi della DGR n. 296/2017;

pervenuta in forme diverse da quelle indicate nel presente Avviso;

in fase di istruttoria, si verifica la non coerenza del progetto “Dopo di Noi” agli elementi costitutivi

previsti dalla DGR, dalle linee operative e nel presente Avviso;

il richiedente non consegni la documentazione eventualmente richiesta dall'Ambito territoriale,

dall'ASP o dalla Regione Calabria entro il termine loro indicato.

Per quanto non specificato nel presente avviso si rimanda alla normativa di riferimento;

7) Tempi di attuazione

Avvio dei progetti: entro 30 giorni dall’approvazione del progetto individuale e di valutazione

multidimensionale.

8) Controlli

L’Ufficio di Piano potrà effettuare controlli a campione circa la veridicità delle dichiarazioni rese

all’atto della presentazione della domanda ai sensi della normativa vigente. Ferma restando la

responsabilità penale in caso di dichiarazioni mendaci, qualora dai controlli effettuati emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il dichiarante decade dai benefici acquisiti.

Il Comune di Cosenza tramite l’Ufficio di Piano in collaborazione con l'ASP, provvede a verificare,

monitorare ed effettuare controlli circa lo svolgimento delle procedure e l’attuazione del

complessivo intervento anche richiedendo produzione di documenti ed effettuando verifiche in loco.

9) Informativa ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196

Si informa, ai sensi della legge n. 196/2003, che i dati acquisiti in esecuzione del presente Avviso

Pubblico verranno utilizzati esclusivamente per le finalità relative al procedimento amministrativo per il quale gli anzidetti dati sono stati raccolti. I dati verranno trattati sia con mezzi cartacei, sia con mezzi automatizzati, nel rispetto della normativa specifica e da quanto previsto dalla legge sulla privacy.

Titolare del trattamento è il Responsabile dell’Ufficio di piano di Cosenza.

Le informazioni inerenti il presente Avviso possono essere richieste agli operatori dell’ufficio di piano tramite email al seguente indirizzo : comunedicosenza.ufficiodipianosociale@superpec.eu

 

TUTTI  I SOGGETTI INTERESSATI  A  PRESENTARE DOMANDA PER  L’ ASSEGNAZIONE

DEL  FONDO DOPO DI NOI  DOVRANNO :

Presentare istanza compilando il modulo “richiesta di contributo” predisposto dall’Ufficio di Piano completa di allegati.

Si veda modulistica allegata al presente Avviso disponibile sul sito www.comune.cosenza.gov.it e sui siti istituzionali dei comuni dell'Ambito.

La domanda, datata e sottoscritta dal richiedente o dai soggetti indicati sopra al punto 4) o dal

Legale Rappresentante degli Enti/Soggetti terzo settore interessati, completa di allegati, dovrà essere inoltrata al Comune di residenza, con una delle seguenti modalità:

consegnata a mano dal/dai richiedente/i firmando in presenza del dipendente addetto a

riceverla esibendo documento di identità;

consegnata a mano, anche da terzi, con allegata copia del/dei documento/i di identità del/dei

richiedente/i e del documento già sottoscritto;

spedita insieme a copia non autenticata di un documento di identità del richiedente all’indirizzo

PEC: comunedicosenza@superpec.eu (solo da altra casella PEC non da mail certificata)

Termine di presentazione domande : entro e  non oltre i l 20° (ventesimo) giorno dalla pubblicazione del presente avviso sul sito dell’ente.

 

 

 

 

 

 

 

 

indietro

Comune di Cerisano - Via S. Pietro 1  - 87044 Cerisano (Cs) - Tel. 0984473005/473289 - Fax 0984474746 - P.IVA 01109380780
 

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.389 secondi
Powered by Simplit CMS